Raccolta testimonianze...

 

 

Premessa: le parole tracciano dei confini e possono limitare la descrizione delle esperienze vissute.

La Formazione di Massaggio Sonoro Armonico tenuta da Albert Rabenstein per me non è stata solo una formazione teorica ma un percorso evolutivo interiore-personale molto profondo.

Mi chiamo Catia Massari e ho cominciato la formazione di Suono Armonico nel 2015.
La vibrazione, il suono attraverso la tecnica delle ciotole armoniche mi ha dato uno strumento per ri-conoscere ciò che già sapevo sotto una chiave diversa.
Porto questa conoscenza nel lavoro di sostegno alla persona, con l'Associazione di cui faccio parte.

L'incontro con il Suono Armonico, con Albert e con tutti voi non può essere stato casuale.

Da molto tempo volevo fare un corso, come si dice di "Campane Tibetane" per integrare il  suono nelle mie pratiche di Shiatsu e Tuina.

Così mi piace chiamarle queste meravigliose campane: le ciotole dell'armonia.

Ne avevo acquistate diverse, ancora prima della formazione con Albert e mi avevano affascinata da subito, ma durante i seminari con lui ho riscontrato una grande differenza tra i suoni di quelle che già avevo e quelle create  da lui.

Che cosa ha rappresentato per me il massaggio armonico......?

Tutta "la consapevolezza".

Il legante fra tutto quello che ho appreso negli anni.

"La formazione per me ha rappresentato l'inizio di un grande cambiamento,

ho iniziato la formazione come un'approfondimento ad un corso base, con l'intento di ampliare la mia conoscenza e l'ho terminato con la consapevolezza che

Siamo GioiaDolores e Claudia di Bologna. Usiamo le campane tibetane armoniche sia come pratica personale che nel Trattamento Sonoro di gruppo ( Armonizzazione).

Mi chiamo Silvia e mi sono avvicinata alle campane tibetane un po’ per caso, o forse perché era arrivato il momento di conoscerle…(nulla avviene per caso!)

Un caro amico, anni fa, mi ha fatto un originale regalo di compleanno: un massaggio sonoro con le campane tibetane; le suonava Kriss Stefano Guasconi che guarda un po’… usava le campane tibetane armoniche di Albert e si era formato con lui.